Capitolo 2: La tempesta sta arrivando!

Click here for the english version!


Hey!

ecco a voi il secondo capitolo del nostro tour nei Paesi Bassi.

GIORNO 2


Arrivederci Leiden!

Dove eravamo rimasti?

E’ mattina, Rotterdam da raggiungere, biciclette e pioggia a farci compagnia.

IMG-20170516-WA0121

E come direbbe Clooney, What else?! 😀


Scheveningen

L’obiettivo del giorno è quello di raggiungere Rotterdam passando per Scheveningen, una della spiaggie più famose dell’Olanda e Den Haag, più comunemente conosciuta in Italia come Aia.

Dopo una rapida colazione ed un ultimo sguardo alla città, siamo ripartiti accompagnati da una dolce pioggia! 😀

La spiaggia non è molto lontana da Leiden, circa 20km. Per raggiungerla siamo passati attraverso la Meijendepark, la più grande area dunare del sud d’Olanda.

Dune di sabbia,laghi, foresta: Un MUST per tutti gli amanti della natura.

Finalmente scorgiamo il mare!

Magicamente, una volta raggiunta Scheveningen, ha smesso di piovere e ciò ha dato una  forte scossa al nostro umore: abbiamo corso fino ad arrivare in acqua. vestiti 😀

Il mare del Nord è freddo, molto freddo. Siamo rimasti qui per circa un’oretta, assaporando la pace che solo il mare può trasmettere.

Eravamo così felici di vedere il mare che Bruno ha dimenticato la sua Action Cam accesa sul manubrio della bicicletta! (ringraziamo ancora il senso civico olandese).


Den Haag

Dopo soli 5km eccoci in Den Haag.

F7

Purtroppo avevamo soltanto il tempo di pranzare e di un piccolo giro del centro, ma questa città merita più di una giornata per essere visitata.

Semplicemente MAGNIFICA!

Sai, capita davvero raramente di innamorarsi così velocemente di una città, ma qui si respira un’aria davvero positiva, un’aria cosmopolita!

Se stavi pensando di visitarla non perderti assolutamente lo shopping district ed i musei: da Rembrandt ad Escher, dal palazzo reale al Gementemuseum, dove puoi trovare la collezione d’opere di Piet Mondrian.


Rotterdam

Sfortunatamente non potevamo stare lì per sempre, Rotterdam ci attendeva ed indovina un po’ chi bussava alla nostra porta?

Nuvole, delle belle e imponenti nuvole grigie, accompagnate da un vento killer.

F8.jpg

Sul percorso Den Haag-Rotterdam si passa attraverso Delft, una piccola cittadina famosa per la sua porcellana blu conosciuta come Delftware e perchè Vermeer nacque qui.
Difatti a Den Haag puoi trovare la sua opera “Ragazza col turbante”, conosciuta anche come Ragazza con l’orecchino di perla.
Ma torniamo alle nostre nuvole, tanto amate nuvole che portano pioggia, la tanto amata pioggia.
Siamo arrivati all’ostello completamente fradici ma felici e divertiti. Magari Bruno un po’ meno perchè durante la tempesta il suo cellulare ha deciso di volare e disintegrarsi contro l’asfalto.
Rotterdam si discosta dal modello di città olandese che abbiamo visitato fino ad ora: Dopo esser stata distrutta durante la seconda guerra mondiale è stata ricostruita da svariati architetti, donandole così un mix di stili da renderla unica.
Cosa non vogliamo assolutamente dimenticare? uno dei più bei tramonti di sempre!

F10.jpg

Mmmmhh…non vi diremo cosa abbiamo mangiato.
Capiteci, siamo italiani, lontani dalla patria, in astinenza da carboidrati, e poi abbiamo scoperto che la pizzeria di Leiden era una catena.
Tempo di dormire, l’indomani ci aspettava lo step più lungo del nostro viaggio:
Da Rotterdam ad Utrecht.
A breve disponibile il terzo capitolo 🙂
Mai smettere di pedalare!
 
Arthur And Bruno – BikesPhilosophy

Kit medico per bicicletta

Click here for the english version!


Ciao lettore,

questo è il primo post relativo ad un argomento a noi molto caro: il viaggiar sicuri!

Nel bel mezzo del viaggio in Olanda, Arthur ebbe la grande idea di cascare dalla bici e di scartavetrarsi un po’ ovunque.

Da quel momento ci siamo detti che a tutti può capitare di cadere dalla bicicletta e siamo corsi ai ripari.

Cercando su internet per un kit d’emergenza da riporre nello zaino, ci siamo imbattuti in “SJ Works“, brand danese che produce kit medici installabili direttamente sulla bicicletta.


IMG-20170629-WA0000

 

La particolarità dei kit SJ-Works è che sono davvero leggeri, circa 300 grammi, e facilmente posizionabili sulla bicicletta.

In questo modo Arthur eviterà di lamentarsi per tutto il viaggio e potrà curarsi sin da subito! 😛

Ci sono diversi modelli: noi abbiamo scelto un kit da posizionare sotto la sella ed un altro sulla canna della bicicletta

IMG-20170629-WA0011.jpg

Entrambi hanno gli stessi prodotti medici ed abbastanza spazio per piccole cose come ad esempio le chiavi di casa. La differenza sostanziale tra i due, oltre che estetica, è che in quello posizionabile sulla canna è presente un apposito spazio in cui alloggiare lo Smartphone.


La sicurezza è troppo importante per essere ignorata.

Si spera sempre che questi prodotti non debbano mai servire, ma si sa, prevenire è meglio che curare.

Se hai bisogno di maggiori informazioni vuoi visitare il loro sito: https://sj-works.com/ Oppure consultare il prodotto su Amazon: http://www.amazon.co.uk/dp/B01J9RQMR4

 

E’ tutto per oggi!

Have a nice and safe trip!

Arthur & Bruno – BikesPhilosophy

Capitolo 1: Trema, Leiden!

Click here for the english version!


Ciao lettore!

Siamo pronti a parlare del nostro cicloviaggio nei Paesi Bassi.

Siamo stati in questo favoloso paese per 5 giorni e divideremo l’esperienza in 5 post, uno per ogni giorno in cui abbiamo viaggiato ed un ultimo che riassume il  viaggio e le nostre riflessioni:

  • 1° Da Amsterdam a Leiden;
  • 2° Da Leiden a Rotterdam;
  • 3° Da Rotterdam a Utrecht;
  • 4° Da Utrecht ad Amsterdam;
  • Sintesi finale e riflessioni sul tour.

Amsterdam

20170406_153449.jpg

sveglia prima dell’alba per prendere l’aereo direzione Amsterdam: era presto, molto presto, troppo presto.

Una volta raggiunta la “Città dello svago” abbiamo noleggiato subito 3 biciclette e girovagato per tutta la città.

Amsterdam è una città favolosa e c’è il rischio di “perdere” ore ed ore solamente a seguire l’incredibile rete di canali ed i tanto caratteristici vicoletti.

Siamo qui per aiutarti! Se hai pochi giorni da dedicarle, non puoi assolutamente perderti:

  • Museumplein: la famosa piazza dei musei, se cerchi l’arte dei nel posto giusto! Concediti una visita al Rijksmuseum se ami l’arte fiamminga, allo Stedelijk Museum basato sull’arte moderna e al Van Gogh Musem per ammirare la vita di Vincent, dalla nascita alla morte;
  • Dam: la principale piazza della città, composta dal “Nationaal Monument“, l’obelisco alla memoria dei soldati caduti, il Madame Tussauds Wax Museum, il Royal Palace e il Nieuwe Kerk (Chiesa nuova);
  • Canali: Si. Sono magnifici, bellissimi e lunghi più di 100km!

Non ti diremo che dovresti girovagare per la città in bicicletta, oh no, tu DEVI farlo! 😀

Ti sentirai come un vero cittadino.

Pensa che dalle ultime statistiche si contano circa 850.000 abitanti e 847.000 biciclette ed ogni anno circa 15000 biciclette vengono ripescate dal canale. 🙂

Inoltre la magnificenza delle piste ciclabili nei Paesi Bassi è incredibile, ci sono più di 32000 km di pista ciclabile: puoi andare praticamente ovunque senza mai ritrovarti in strada.


Road to Leiden

IMG-20170626-WA0029.jpg

Tempo di pedalare! Salutiamo Amsterdam passando attraverso il VondelPark e l’Amsterdamse Bos, due dei più grandi e suggestivi parchi della città. Per raggiungere Leiden abbiamo incrociato il Westeinderplassen, un complesso di laghi appartenenti al territorio dell’Alsmeer, città che ospita il più grande centro commerciale di fiori e piante del mondo.

IMG-20170626-WA0027

Pedalare in questa nazione è davvero semplice e sicuro grazie alle piste ciclabili che ricoprono tutto il territorio. Ti basterà seguire la LF routes per raggiungere qualsiasi posto o città tu voglia visitare.

Il territorio è costantemente pianeggiante, pieno di bellissime abitazioni, distese di campi verdi, mucche e canali.

Dopo 45km abbiamo raggiunto la nostra destinazione: Leiden.


Leiden

Eccoci qui! 😀

Leiden è una piccola e graziosa cittadina universitaria ricca di storia: l’università più antica di tutta la nazione si trova qui, costruita nel 1575, Einstein insegnò qui ed i padri pellegrini vissero qui per un periodo prima di salpare con la Mayflower.

Il centro città è davvero romantico ed è l’ideale per una coppia, oppure per del sano relax tra amici.

20170511_205211

Da italiani pensavamo che la passione per il calcio fosse certamente minore qui nei Paesi Bassi, ma quando l’Ajax durante la semifinale di Europa League “Ajax-Monaco” segnò, abbiamo cambiato idea.

L’intera piazza TREMAVA!

Abbiamo riso per 10 minuti e tutt’ora ridiamo ripensando a quella scena!

La passione è passione, dovunque tu vada.

Ora di cena, cosa possono mangiare degli italiani il primo giorno all’estero? La pizza ovviamente, come possiamo resistere senza pasta/pizza almeno una volta al giorno? 😀

Tuttavia nemmeno il tempo di accorgersene che ha iniziato a diluviare: immagina 40 persone correre verso il locale cercando di far da scudo a pizza e bibita 😀

Il tempo in Olanda a volte è imprevedibile, davvero imprevedibile, ma non è anche questo il bello di un viaggio?


Dopo aver riposato e fatto un’ottima colazione vicino alla stazione centrale, siamo pronti per raggiungere Rotterdam, passando per Scheveningen e Den Haag, conosciuta in italiano come Aia.

Il tutto è riportato nel secondo capitolo, CLICCA QUI per leggerlo.

Have safe and great trips!

Arthur and Bruno – BikesPhilosophy

Chi Siamo?

Click here for the english version!


Arthur e Bruno.

Amanti della bicicletta e del viaggiar lento.

Ci conosciamo dalle scuole elementari ed in passato le nostre vite si sono incrociate molte volte:

Abbiamo giocato insieme nella stessa squadra di calcio e siamo anche stati avversari nel corso degli anni.

Negli ultimi anni, a causa di una serie di eventi, abbiamo scoperto di condividere la stessa passione per la bicicletta, ed è per questo motivo che abbiamo deciso di aprire un blog nel quale promuoviamo un sano ed eco-sostenibile modo di viaggiare, esplorare e vivere.

Vuoi sapere come è iniziato il tutto? Ovviamento per scherzo! 😀

Stavamo parlando a proposito della cultura della bicicletta nei Paesi Bassi e sulla bellezza delle loro piste ciclabili e abbiamo deciso, così dal nulla, di sfidare noi stessi in qualcosa che non abbiamo mai fatto prima: Un piccolo viaggio da Amsterdam ad Utrecht andata e ritorno, attraverso dei piccoli paesini nel mezzo.

Capirai che non eravamo assolutamente preparati ad un’avventura simile, ma 50km al giorno ci sembrano fattibili per tutti.

E’ stata un’esperienza incredibile e sconvolgente. Mai ci saremmo aspettati che sarebbe stato così, così pieno di emozioni tali da  farci sentire di nuovo bambini.

Dopo diversi viaggi possiamo affermare che non sai mai cosa si può provare e trovare in ogni singola tappa perchè ogni tappa è unica, ricca di proprie sfumature e bellezze.

Conosci la massima “La felicità è reale solo quando condivisa“?  No?! Hai assolutamente bisogno di rimediare guardando il film “Into The Wild”.

Per questo motivo abbiamo deciso di condividere con più persone possibili la nostra passione ed il nostro modo di viaggiare, con la speranza di coinvolgere anche te in questa incredibile esperienza, perchè di incredibile si tratta.


Come viaggiamo

Magari ti starai chiedendo: Si deve essere bello, ma quanto tempo libero avete?

Partendo dal presupposto che come molti anche noi lavoriamo e non abbiamo tempo infinito da impiegare per singolo viaggio, vogliamo dimostrarti che a differenza del credo comune è possibile viaggiare in pochi giorni.

Vogliamo dimostrarti che è possibile godersi la libertà di viaggiare senza dover lasciare il proprio lavoro e non c’è nessuna ragione per il quale anche tu non possa fare altrettanto.

Attualmente stiamo esplorando l’Europa. Ci piace esplorare una nazione alla volta senza mai attraversare i confini nazionali, per cercare di capire come la gente locale percepisce la bicicletta, come si relaziona ad essa e quanto un paese faccia per rendere

Viaggiare in bicicletta è il modo migliore di godersi il viaggio lento e di viversi una nazione in tutta la sua unicità, dettaglio dopo dettaglio.


Non ci resta che incrociarci in strada, cosa aspetti?! 🙂

Oltre al blog abbiamo anche un canale Instagram e Facebook.

A presto,

Arthur & Bruno – BikesPhilosophy